leader umile coach wooden

Molte delle cose che Coach Wooden ha scoperto e imparato sulla leadership provengono dal saggio di Wilford Peterson “The Art of Leadership” tratto dal suo libro “The Art of Living“.
Una delle affermazioni prese dal saggio recita: “il leader è un servo“.

Le azioni di Coach Wooden rispecchiano sempre il concetto di umiltà.

Nel libro “How to Be Like Coach Wooden” di Pat Williams, c’è un intero capitolo intitolato “Se vuoi essere come un allenatore, lotta per l’umiltà“.

In quel capitolo il nipote di Coach Wooden, Greg, ha descritto così Coach: “Mio nonno è un uomo estremamente umile. Esempio per molti, per tutta la sua vita è rimasto fedele alle sue convinzioni. Non ha mai chiesto a nessuno di fare qualcosa che non avrebbe fatto lui stesso“.

coach wooden team
IN PIEDI (Sx to Dx): Head Coach John Wooden, Assistant Coach Gary Cunningham, Marques Johnson, Dave Meyers, Richard Washington, Ralph Drollinger, Brett Vroman, Wilbert Olinde, Casey Corliss, Assistant Coach Frank Arnold and Len Friedman (Manager). SEDUTI: Marvin Thomas, Gavin Smith, Jim Spillane, Raymond Townsend, Pete Trgovich and Andre McCarter.

I team allenati da Coach Wooden lasciavano sempre lo spogliatoio, sia in casa che in trasferta, più puliti di come lo trovavano. In “How to Be Like Coach Wooden”, Franklin Adler, uno studente della squadra di basket dell’UCLA dal 1964 al 1968, racconta un episodio che riflette l’umiltà di Wooden, accaduto mentre stava ripulendo dopo una partita:

Stavo camminando tra le panchine e gli armadietti quando udii il rumore dei passi e il tonfo degli oggetti che cadevano nel secchio della spazzatura. Pensai che qualcuno mi stesse aiutando a pulire, supponevo che un impiegato di pulizie dello stato di Washington stesse facendo il suo giro dopo la partita. Immaginate la mia sorpresa quando svoltai l’angolo e vidi che il mio compagno di pulizie era Coach Wooden!

Coach Wooden non ha mai voluto privilegi speciali.

Nella tesi di dottorato di Marv Dunphy intitolata: “John Robert Wooden: Il processo di allenamento“, Frank Arnold, ex assistente allenatore di Coach Wooden, ha ricordato il momento in cui lui e Coach Wooden si sono messi in fila per iscriversi alla National Association of Basketball Coaches alle Final Four. In quell’occasione i Bruins di Coach Wooden erano lì per giocare per il loro ottavo campionato nazionale. Il coach Arnold ha raccontato:

“La coda era interminabile ed ecco che noto John Wooden dirigersi verso la fine della fila quando eravamo partecipanti al torneo. La gente continuava a dirgli: “Coach, passa avanti, paga l’iscrizione e così puoi andare”. Non lo avrebbe fatto mai e poi mai. Siamo rimasti in quella fila per un’ora e mezza per pagare i $20 di quota. Avrebbe potuto passare tutti e andare in testa, ma non l’ha fatto. Voleva essere un ragazzo normale, ma non era certamente un ragazzo normale.”

Ecco alcune “umili citazioni” che Coach Wooden ci ha lasciato in eredità

  • Un leader umile aspirerà a nobili obiettivi perché si rende conto che “i momenti più felici della vita vengono dal rendere felice qualcun altro“.
  • L’umile leader sarà uno studente per tutta la vita, con un vivo desiderio di migliorare e di farsi sempre trovare pronto perché realizza che “Quando smetti di imparare, sei finito“.
  • Un umile leader ispirerà alla cooperazione perché sa che “devi ascoltare se vuoi essere ascoltato” e che “ciò che è giusto è più importante di chi ha ragione“.
  • L’umile leader ispirerà lo spirito di squadra perché sa che “è incredibile quanto può ottenere un gruppo se nessuno si preoccupa di prendere il merito“.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here