Nel libro piramide del successo del coach John Wooden, la cooperazione è definita come qualcosa che dovrebbe avvenire a tutti i livelli tra le persone che hanno collaborazioni in essere. Se vuoi che gli altri ti ascoltino: ascolta! Non cercare sempre la tua soluzione   ma collabora per trovare la via migliore per fare qualcosa.

Ecco le 3 componenti alla base della cooperazione individuate dal coach Wooden:

1. Collabora con gli altri a tutti i livelli

Durante una conferenza, un giovane ha posto questa domanda al Coach: “Dalla prossima settimana, inizierò a lavorare come manager in un nuovo branch della mia azienda. Quali consigli mi potete dare?

La risposta di John Wooden è stata semplice quanto essenziale:

“Assicurati che le persone del tuo reparto sappiano che stanno lavorando con te, non solamente per te”

2. Ascolta se vuoi che gli altri ascoltino te.

Troppo spesso quando si è nel bel mezzo di una conversazione si tende a non ascoltare quando un’altra persona sta parlando poiché la nostra attenzione è interamente dedicata alle parole che andremo a proferire quando il nostro interlocutore avrà finito.

Diventare un ascoltatore migliore riuscirà ad assicurarti una cooperazione decisamente soddisfacente.

3. Trovare il modo migliore per fare qualcosa senza imporre il tuo metodo.

Correva l’anno 1970 e Coach Wooden era al timone del team dell’UCLA che affrontava l’Università di Jacksonville in un match valido per il campionato nazionale di football americano. La gara per UCLA non stava andando per il verso giusto, i giocatori di Wooden erano sotto nel punteggio e Gilmore sembrava dominare facilmente il gioco.

Dopo un timeout però, i giocatori di John hanno optato per un cambio di strategia fondamentale che ha permetto a UCLA di vincere il sesto titolo nazionale.

Potrebbe sembrare una storia sentita e risentita ma il retroscena che sta dietro al cambio di strategia la rende unica. Pare infatti che il cambiamento di strategia che il coach John Wooden ha attuato era nato dal suggerimento di uno dei suoi giocatori: Sidney Wicks. L’abilità del Coach era stata quella di creare un ambiente in cui i componenti della squadra si sentivano liberi di condividere le proprie idee per raggiunge l’obiettivo comune: la vittoria finale.  

“quello che è giusto è più importante di chi ha ragione”

Possiamo raggiungere il nostro pieno potenziale solo se collaboriamo in sintonia con le altre persone.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here