Oggi il mondo gira attorno alla produttività. Tutti al lavoro si aspettano che tu sia produttivo al lavoro e che tu torni a casa per finire le faccende domestiche. Ci si aspetta da noi un buon livello di produttività in tutto, ma spesso capita di non poter portare a termine tutti i compiti che abbiamo nella nostra to-do list. E questo genera in noi un senso di insoddisfazione sia per la nostra performance che per la nostra vita in generale.

Spesso quando non siamo produttivi incolpiamo noi stessi. Fermi tutti!
Non siamo l’unica ragione per cui a volte abbiamo dei cali di motivazione, ci sono molti fattori, come i colleghi che chiacchierano vicino alla nostra scrivania, il telefonino che continua a vibrare o il capo che ci subissa di cose da fare. Scopri come evitare le distrazioni al lavoro e rimanere concentrati.

Non c’è alcun dubbio che l’ambiente in cui lavoriamo influenza la nostra produttività e, come mostrato da alcuni studi, il 93% degli impiegati preferisce lavorare da casa proprio perchè si sente più produttivo. Da qui moltissime aziende hanno iniziato ad attuare una politica di “home-office” con più frequenza.

Non tutti però hanno la possibilità di lavorare da casa e se l’unico posto in cui possono lavorare è l’ufficio, allora è bene che imparino a gestire la produttività in ambienti lavorativi rumorosi e ricchi di distrazioni.

Ecco 11 buone abitudini da adottare per aumentare la produttività

  1. Tieni la tua scrivania pulita e ordinata

Lo sapevi che tenere la tua scrivania (o il tuo ufficio) ordinata e pulita aumenta la tua produttività di almeno 1h e 30? La pile di documenti, le cartelle e i post-it sparsi sul monitor del pc non fanno altro che ricordarti delle cose che ancora non hai finito. Dandoti quella sensazione di sconforto che ci pervade quando non sappiamo da dove cominciare.

Prova invece a mettere sulla scrivania solo le cose che ti servono per eseguire al meglio la task che stai per affrontare. Metti da parte la polivalenza e occupati di una cosa per volta. Inoltre, ci sono tantissimi modi per organizzare il nostro luogo di lavoro in modo da stimolarci a produrre di più.

  1. Lavora meglio, lavora meno

John Pencavel, noto professore di economia alla Stanford University, ha condotto uno studio i cui risultati hanno dell’incredulo: i dipendenti che lavorano 56 ore alla settimana sono produttivi quanto quelli che ne lavorano 70!
Hai letto bene, si può lavorare di meno ed essere comunque produttivi. Il segreto è organizzare il tuo tempo (con il metodo dei quadranti ad esempio), scegliere una lista di compiti da eseguire ordinata per priorità e cercare di non strafare!

  1. Stabilisci le priorità

Il primo passo verso la produttività consiste nel fare una lista di cose da fare ordinate secondo una scala di priorità: dal più importante a quello che conta meno. Scegli i tuoi obiettivi giornalieri prima di iniziare a lavorare.

Ricorda bene però che assegnare delle priorità è strettamente connesso alla gestione efficiente del tempo. Lo sapevi ad esempio che molti dei più famosi musicisti dedicano solo 90 minuti al giorno lavorando ad allenare/consolidare le loro capacità? Basta quindi 1 ora e mezza per riscontrare notevoli progressi.

Gestisci il tuo tempo saggiamente!

  1. Non scordarti di prendere una pausa

Cosa faresti se ti dicessero che puoi prendere una pausa per schiacciare un pisolino al lavoro? Sono sicuro che all’inizio rideresti ma perchè non prendersi 15 minuti di tempo dalla tua pausa pranzo per ricaricare le pile?
Una piccola pausa di 15-30 minuti è quello che serve per rigenerarsi, allentare la morsa dello stress e aiutarti a ripartire alla grande una volta che ti sarai rimesso dietro la tua scrivania. Ricorda, non c’è niente di più letale della frustrazione per la produttività al lavoro.

  1. Il segreto è pianificare

Oggigiorno esistono infiniti modi di pianificare la nostra quotidianità. Non solo questo processo pratico aiuterà la nostra produttività ma aiuterà anche la nostra creatività latente ad uscire allo scoperto.

Se non sai da dove iniziare, prova a cercare online. Esistono numerosi siti che offrono planner cartacei (o in pdf) e tante idee per “to-do” list creative o infografiche che ti aiutano a non saltare alcun passaggio.

Non sprecare tempo è importante, per questo motivo ti consiglio di ridurre al minimo il tempo passato a chiacchierare durante i meeting o le chiamate. Imposta un timer che ti dica “Ok, è ora di andare“. In questo modo puoi utilizzare il tempo risparmiato per le task più importanti.

  1. Dormi bene

Una bella dormita rinfrescante è la cura a tutti i mali, e se ti dicessero che potrebbe migliorare la tua produttività?
Le persone che dormono almeno 7 ore per notte tendono a saltare meno giorni di lavoro. Una bella dormita aiuta il buon umore, la motivazione e la produttività. Esistono numerosi rituali che aiutano le persone a dormire bene la notte. Ricorda che un riposo adeguato ti aiuterà ad affrontare la giornata con la giusta spinta!

  1. Sfrutta la luce naturale

Lo sapevi che le persone che lavorano in un ambiente ben illuminato o che lavorano vicini alle finestre producono più del 12% rispetto alla media?

Inoltre, la luce naturale può dare grande beneficio sia alla memoria che alle nostre funzioni cerebrali. Non esitare quindi, cerca un posto esposto alla luce naturale e goditi una giornata produttiva.

  1. Non distrarti

Colleghi rumorosi, social media e navigare in loop su internet sono tra le principali cause di distrazione che affliggono la produttività al lavoro. Non è per niente facile superare queste tre fonti di distrazione a meno che non si abbia in mente un obiettivo da raggiungere a tutti i costi. Ricorda che solo determinazione e  dedizione potranno aiutarti a raggiungere il successo desiderato.
Impara a dire “no” ai tuoi colleghi che tendono a distrarti mentre lavori.

  1. Spegni il telefono

Lo sapevi che il telefono è la più grande fonte di alimentazione della procrastinazione?
Anche quando lo attivi la modalità silenziosa verrai distratto dalla vibrazione. Per cui, se hai delle scadenze urgenti all’orizzonte, utilizza la “modalità non disturbare” o addirittura spegni il dispositivo. Per i contatti urgenti (scuola, ospedale o familiari) lascia un numero fisso al quale poterti raggiungere in caso di emergenza.

  1. Pensa positivo

Per creare e mantenere alto il livello di produttività (tuo e degli altri) pensa positivo!
Mantieni il polso fermo e non farti prendere dal panico e se ti troverai di fronte ad un ostacolo, pensa a come risolverlo invece di spaventarti. Pensa positivo e lavorerai meglio!

E se sei triste a causa di qualche fallimento, ricorda che fallire è fare un passo avanti verso il successo! Fanne tesoro e in futuro utilizzalo come un’arma a tua disposizione!

  1. Fai attività fisica

È ormai risaputo che l’attività fisica ha un effetto positivo sulla mente e aiuta a ricaricarci per ripartire alla grande.

L’esercizio fisico aiuta a concentrarci e ci rende meno esposti ai fattori di stress, creando una mentalità positiva e vincente. 10-20 minuti di esercizio al giorno per aumentare la tua produttività non sono molto non credi?
Come dice il grande Tony Robbins:se non hai 10 minuti nella tua vita, non hai una vita!”.

Non dimentichiamoci però di seguire una corretta alimentazione. Vitamine e minerali nutrono il copro e lo aiutano nella gestione dello stress. Quando il nostro corpo è soddisfatto del carburante con cui lo riforniamo, ci ripaga con energia, buon umore, motivazione e produttività.

Conclusioni

Quindi perchè rimandare il benessere? Non c’è alcun motivo per farlo, specialmente quando sai quanto può influire in maniera positiva sul tuo lavoro e sulla tua vita personale. Se sei determinato a raggiungere i tuoi obiettivi, adotta un regime di vita salutare e ti trasformerai in una macchina della produttività.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here