Queste espressioni potrebbero minare la tua credibilità e influenza, correggile se vuoi che le persone ti prendano sul serio!

Che tu stia partecipando ad un meeting, illustrando al cliente le tue proposte o parlando ad una platea, poco importa: ci sono alcune frasi che potrebbero minare la tua credibilità e distrarre la tua audience dal messaggio originale.

Se vuoi mantenere la tua influenza sulle persone che ti stanno ascoltando considera seriamente di eliminare dal tuo vocabolario le seguenti espressioni:

1 – “Sono confuso,” o “Non capisco.”

Con queste espressioni finirai con colpevolizzare il tuo interlocutore quando invece potresti “aiutarlo ad aiutarti” con frasi come “Aiutami a capire meglio..” evitando così di interrompere bruscamente il dialogo.


2. “Hai capito cosa intendo?” e “Ha senso?”

Chiedere conferme costantemente ti toglie dalla posizione di comando.


3. “Era tipo..”“Lei era come…”

Le parole come “tipo” o “cosa” aprono la strada verso la confusione. Più dettagliato sarai e più chiarezza otterrai.


4. “Eh, mah, beh…”

Fai attenzione all’utilizzo di questi intermezzi, tipici di chi sta cerando di prender tempo. Sostituiscili con delle pause strategiche e riformula quello che stavi cercando di dire.


5. “Ero troppo occupato” “Ho iniziato a scrivere l’email ma ho dimenticato di inviarla”

Le scusanti non sono MAI viste di buon occhio. Hai commesso un errore, chiedi scusa e cerca di rimediare: “Mi spiace per l’imprevisto, avrà tutto il materiale entro domani“.


6. “No, niente. Era solo per dire..”

Questa frase dovrebbe essere depennata da qualsiasi vocabolario. Non ha alcun significato e nel 90% dei casi viene accompagnata da un’espressione di imbarazzo.


7. “Di solito…”

Generalizzare non è mai la soluzione. Sii specifico e evita di parlare facendo riferimenti troppo vaghi.


8. “Penso dovremmo fare così..”

La perfetta via sul come NON DARE un consiglio. Se vuoi che la gente di prenda sul serio, evita espressioni come “Penso, credo..”.


9. “Spiace dirlo, ma..” e “Luca è una brava persona, ma…”

Non tentare di mascherare le critiche con inutili tentativi di “indorare la pillola”.


10. “Davvero?”

Questa espressione ha due aspetti negativi: la prima riguarda il suono (sembra quasi un lamento), la seconda riguarda invece la credibilità. Quando parli con una persona e questa ti risponde: “Davvero?” sembra quasi che non ti creda sulla parola o pensa che tu stia facendo qualche sciocco scherzo. Il mio consiglio è di sostituirla con qualche osservazione intelligente.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here